Wednesday, 13 Dec, 2017
Login

«Il cortile è solo mio!». Va provato con idonei documenti

In tema di spazi comuni la Cassazione torna a ribadire l’orientamento secondo il quale per far valere il proprio diritto di proprietà esclusiva su spazi comuni, il ricorrente deve vincere la presunzione stabilita dall’art. 1117 c.c., dando prova di tale diritto producendo un titolo d’acquisto da cui risulti escluso il bene dalla proprietà comunione.
Così ha deciso la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 14809/17 depositata il 14 giugno.

Il caso. La Corte d’appello di Genova, confermando quanto disposto da Tribunale di prima istanza, rigettava la domanda avanzata da un condomino al fine di vedere riconosciuto il proprio diritto di proprietà esclusiva sul cortile condominiale.
L’appellante richiedeva, infatti, la condanna degli altri condomini al fine di far cessare l’utilizzo del cortile da parte di quest’ultimi come posto auto.
Avverso tale pronuncia, l’appellante ricorreva in Cassazione.

Parti comuni. Con riguardo alla determinazione della natura comune dei beni, la Corte, innanzitutto, richiama il consolidato orientamento secondo il quale la presunzione stabilita dall’art. 1117 c.c. non sia un’elencazione tassativa, ma al contrario derivi dall’attitudine oggettiva del bene al godimento comune e dalla sua concreta destinazione al servizio comune, per cui chiunque dovesse rivendicarne l’esclusiva proprietà, dovrà superare tale presunzione dando prova di tale diritto, producendo un titolo d’acquisto da cui risulti escluso il bene dalla comunione.
Nel caso di specie la Cassazione, in linea con quanto rilevato dalla Corte territoriale, non rileva che il ricorrente abbia fornito prove documentali e risultanze probatorie idonee a escludere la natura condominiale del cortile in questione.
Per questi motivi la Corte rigetta il ricorso.

Fonte: www.dirittoegiustizia.it

 

 

Article source: http://www.lastampa.it/2017/06/19/italia/i-tuoi-diritti/il-cortile-solo-mio-va-provato-con-idonei-documenti-TtBem7W5EfsN8J3WdjVAXK/pagina.html


Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.